• slidebg1

LA VILLA

La villa, maestosa, è situata su una terrazza rettangolare sulla sommità di un colle.
Il suo progetto è attribuito a Santi di Tito.
L’accesso avviene attraverso un viale di cipressi. Il giardino della villa è disposto su due terrazzamenti: il primo è un enorme prato dove nel XIX secolo furono piantati lecci,
ippocastani e cipressi, il secondo è un giardino “all’Italiana” con aiuole fiorite di forma quadrata e vasi di limoni.

  • slidebg1

Nel 1933 la proprietà fu acquistata dai fratelli Carlo e Giulio Marchi. I fratelli, con l’apporto fondamentale di Elena Marchi Luling, ne completarono la straordinaria architettura, ripristinando il disegno michelangiolesco originale.

Nel 1938 il celebre paesaggista Pietro Porcinai realizzò una piscina rettangolare, in quarzite gialla e grigia con il bordo in pietra serena, incastonata nel prato vicino al viale d’accesso: la posizione della piscina venne studiata in maniera da riflettere la facciata della villa nello specchio d’acqua.

VILLA COLLAZZI